Conferenza Stampa

Conferenza Stampa per la presentazione del nuovo Annuario OPAL
venerdì 13 aprile 2012 ore 11.00 presso i Missionari Saveriani - Sala Ombrello - via Piamarta,9 - Brescia 


Qui di seguito gli articoli e le interviste 

  • Intervista al Presidente di Opal, Piergiulio Biatta, da parte di Radio Onda d'Urto... ascolta
  • Articolo sul Giornale di Brescia ...leggi
  • Articolo sul Corriere della Sera - Brescia ...leggi
  • Articolo su Misna ...leggi
  • Segnalazione di articolo su Consiglio dell'Unione Europea...leggi
  • Articolo su Rete Disarmo ....leggi
  • Intervista al Coordinatore scientifico, Carlo Tombola, da parte di Brescia Vera...guarda
  • Articolo su Unimondo di PGC...leggi
  • Articolo su Famiglia Cristiana di Lorenzo Montanaro....leggi 
  • Articolo su Avvenire di Lorenzo Rosoli...leggi

Comunicato di OPAL in occasione dell’apertura di EXA 2012

Brescia, 12 aprile 2012

Da Brescia, nel 2011, armi leggere anche ai Paesi delle rivolte arabe e sotto embargo:la ditta Beretta, l’ANPAM, gli armieri di EXA cosa dicono?

 

I dati dell’ISTAT resi noti nei giorni scorsi riportano che dalla Provincia di Brescia sono state esportate anche durante tutto il 2011 – cioè nel pieno delle rivolte delle popolazioni della cosiddetta “Primavera araba” – “armi e munizioni” per un valore complessivo di 6,8 milioni di euro ai paesi del Nord Africa, e oltre 11 milioni di euro ai paesi del Medio Oriente. Lo riporta OPAL (Osservatorio permanente sulle armi leggere) di Brescia, che domani venerdì 13 aprile alle ore 11 terrà una conferenza stampa presso la sede dei Missionari Saveriani di via Piamarta, 9 (parcheggio interno) per illustrare i dati e presentare il prossimo annuario OPAL.

Siamo in guerra col maltempo ma spendiamo in armi

Poche novità dal Consiglio Supremo di Difesa riunitosi lo scorso 8 febbraio: qualche parziale riduzione agli organici - largamente sovradimensionati - delle Forze Armate e qualche ritocco agli investimenti negli armamenti. Tutto qui.

Governi vecchi o nuovi, la lobby armiera non si ferma

Brescia - Comunicato stampa OPAL

"La legislazione di emergenza si è arricchita di un altro capitolo: l'emergenza finanziaria. Rinunciando a discutere il maxiemendamento governativo alla Legge di stabilità per il 2012, il parlamento ha stabilito un'ulteriore riduzione delle prerogative democratiche. Tutto ciò per rassicurare i mercati e rispondere alle richieste dell'Unione Europea, ci hanno spiegato.

Armi da fuoco: tentato il colpo di mano

Brescia - Comunicato stampa OPAL

Ancora una volta, con lo stesso metodo di sempre - un decreto "omnibus" su una materia diversa - e contando sulla disattenzione degli italiani pronti a partire in vacanza, nel Parlamento si è tentato di far passare una modifica decisiva sulla definizione di legge di "arma da fuoco".

OPAL chiede l'embargo militare di Israele

L'Hermes 450S, un drone fabbricato dall'azienda isrealiana Elbit

L'Osservatorio permanente sulle Armi Leggere di Brescia raccoglie l'appello della rete ENAAT (European Network Against Arms Trade) a sostegno della richiesta di embargo de

La pace oltre le armi

Produzione ed esportazione delle armi, riconversione ed educazione alla pace Siete invitati alla presentazione del IV°Annuario di O.P.A.L. Martedì 14 Giugno 2011alle ore 17.30 presso la Libreria Paoline via Gabriele Rosa, 57 - Brescia Introduce il presidente di O.P.A.L.

Exa e dintorni "Armi leggere e trasparenza"

Lettera al Direttore di Bresciaoggi di Roberto Cucchini (Consiglio Scientifico di Opal)

Ogni giorno nel mondo muoino mille persone muoiono a causa dell'utilizzo di armi leggere e di piccolo calibro... leggi qui il seguito della lettera 

BNP Paribas e Deutsche Bank: ecco le "banche più armate" d'Italia

Due gruppi esteri ampiamente presenti nel Belpaese sono le “banche più armate” d’Italia. BNP Paribas e Deutsche Bank si sono infatti spartite più della più della metà dei 3 miliardi di euro di operazioni autorizzate nel 2010 dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per esportazioni di armamenti italiani....leggi tutto (Giorgio Beretta)

L’Italia nel 2009 ha inviato 11mila Beretta semiautomatici al regime di Gheddafi

“E’ accertato. Il governo Berlusconi nel 2009 ha autorizzato l’invio a Gheddafi di oltre 11mila tra pistole e fucili semi-automatici di alta precisione e di tipo quasi militare della ditta Beretta decidendo poi di non segnalarlo all’Unione europea”.

Pagine

Subscribe to O.P.A.L. RSS